Archivi tag: this is me

Difficoltà in tempi di crisi. Autobiografia di una che vorrebbe fare la giornalista [forse]

In Italia se vuoi intraprendere la carriera di giornalista in questo momento, sei spacciato. E anche negli altri ambiti legati alla comunicazione, le cose non vanno meglio. La rassegnazione è il punto di partenza.
Ci sono due possibilità:
1. rassegnarsi a cercare un altro lavoro [e incrociare l’incrociabile per trovarlo] e mettere il sogno nel cass[on]etto, come suggeriva un’amica;
2. rassegnarsi a essere sottopagati per un lasso di tempo indeterminato [ma di certo non inferiore ai 2 anni necessari per diventare almeno pubblicista], e impegnarsi a trovare fonti di reddito alternative, ma soprattutto fonti di entusiasmo alternative. Perché il lavoro giornalistico per cui ti sottopagano, in alcuni momenti, potrebbe comunque essere stimolante quanto il lavoro in portineria di un palazzo privato [che io trovo bellissimo tra l’altro: ho sempre invidiato el portero di Valencia, la sua tranquillità, il suo infinito tempo libero, le sue infinite possibilità di leggere libri e farsi i fatti degli altri]. Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Da una finestra sulla tangenziale

Ci sono quartieri che ti restano nel cuore. Perché ci vivi, e li senti un po’ tuoi, anche se sai di non conoscerli abbastanza. Perché ti hanno accolto, presentandosi in tutta la loro complessità e bellezza. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , ,

(L’)Io precaria

Siamo una generazione precaria, è inutile negarlo. E con ‘siamo’ intendo raggruppare in un unico ‘noi’ tutti i giovani, dai 20 ai 40 anni. Ci hanno inculcato così bene l’idea che il posto fisso non esista più che l’abbiamo fatta totalmente nostra. E quindi viviamo sperando di capire cosa vogliamo fare da grandi, e cercando di trovare fonti di sostentamento piacevoli, multidirezionali (perché ci hanno insegnato anche a essere multitasking e onniscienti. Devi saper far tutto…di tutto un po’, un po’ di tutto. Niente troppo bene. Tutto sufficientemente bene), dislocate nel tempo e nello spazio. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , ,