Archivi categoria: Politica

A che punto è il processo Mills


Altra udienza ieri al palazzo di Giustizia milanese per la vicenda Mills, alla quale ha preso parte anche l’imputato, l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, accusato di corruzione in atti giudiziari, per aver versato 600mila dollari all’avvocato David Mills per garantirsi il suo silenzio ai due processi relativi alle tangenti alla guardia di finanza per la questione All Iberian. Nello specifico, secondo l’accusa, Mills venne pagato per non dichiarare quanto sapeva sulla proprietà e il controllo di società offshore di Fininvest B group, e quindi per non rivelare che di queste erano diretti beneficiari Silvio Berlusconi, Carlo Bernasconi, produttore cinematografico morto nel 2001 e strettissimo collaboratore di Berlusconi, e Livio Gironi, allora tesoriere della Fininvest. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , ,

Adieu? Sì, ma…

Immagine di Vauro Senesi, pubblicata su “Il Manifesto” di oggi.

Ieri, 12 novembre 2011, alle 21.42, Silvio Berlusconi ha dato ufficialmente le sue dimissioni da presidente del Governo italiano.

La gente festeggia nelle piazze , i giornali di tutto il mondo parlano di noi e del nostro ex presidente del Consiglio, cercando di spiegare la fine di un’era e di riassumere  la mentalità italiana berlusconiana e non. Continua a leggere

Contrassegnato da tag ,

Berlusconi…is this the end?

immagine di Mauro Biani

Sono trascorsi quasi 18 anni da quel lontano aprile 1994 in cui Berlusconi vinse le elezioni politiche e divenne per la prima volta presidente del Consiglio. Da allora la vita politica italiana è stata dominata da questa figura ambigua, complessa, criticabile sotto molti punti di vista, ma apparentemente inattaccabile, nonostante i tentativi più o meno goffi della sinistra italiana di portarlo al tracollo. Processi, voti di fiducia, rielezioni, sfiducia, corruzione: Berlusconi non ha abbandonato la scena nemmeno quei brevi periodi in cui il capo del Governo non è stato lui. Continua a leggere

Contrassegnato da tag ,

Manovra: salve le feste laiche

Il 3 settembre 2011 la Commissione Bilancio del Senato salva le feste laiche: grazie all’approvazione di un emendamento del Pd, il 25 aprile, il 1 maggio e il 2 giugno non saranno rinviate alla domenica, ma resteranno nel calendario degli italiani.

Clicca QUI per leggere l’intero articolo.

Contrassegnato da tag