Archivi categoria: Lavoro

La protesta dei giovani italiani a Bruxelles

28

Vivere in Italia in questo periodo è difficile, soprattutto per i giovani. A dimostrarlo sono i dati molti dei quali già tristemente noti: la disoccupazione giovanile nel 2012 ha raggiunto il 37%, e soltanto nel 2010 sono stati 2 milioni quelli che hanno deciso di lasciare il bel Paese e di andare a cercare fortuna all’estero.
Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , ,

Giovani, carini e… alla ricerca di un’occupazione

Giovani, carini e disoccupati: il titolo del primo film dell’attore/regista Ben Stiller (era il lontano 1994 quando uscì nelle sale italiane) è una perfetta descrizione della situazione degli under 35 italiani di oggi. Sono mesi che studiosi, politici e leader d’opinione ci bombardano con statistiche sulla disoccupazione giovanile, sull’impenetrabilità del mercato del lavoro italiano, sull’impossibilità di passare dalla condizione di studente a quella di lavoratore.

Il 15 maggio l’Ocse ha lanciato l’ennesimo allarme sull’occupazione giovanile in Italia, segnalando che il tasso record del 35,9% di disoccupati nelle fasce comprese tra i 15 e i 24 anni vale al nostro Paese il 4° posto nella classifica della disoccupazione giovanile. E la situazione si ripete nella classifica dei cosiddetti “Neet”, giovani totalmente inattivi, che non studiano e non hanno un lavoro.

Leggi QUI l’articolo completo su Dissonanze.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

Il killer silenzioso, l’amianto

In Italia la questione amianto non è ancora chiusa. Le persone continuano a morire per l’uso che se n’è fatto in passato, e le sentenze continuano a essere troppo poche mentre troppi sono i responsabili delle morti rimasti impuniti. Secondo i dati del Registro Nazionale Mesoteliomi, istituito dall’Ispesl nel 1993, per censire il tumore dell’apparato respiratorio, causato soprattutto dall’inalazione di fibre di amianto, sono oltre 9000 i casi riscontrati fino al 2004, con una esposizione che circa il 70% delle volte è stata professionale. Nessuna regione è esclusa, ma tra quelle più colpite ci sono il Piemonte (1.963 casi), la Liguria (1.246), la Lombardia (1.025), l’Emilia-Romagna (1.007) e il Veneto (856). Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , ,

(L’)Io precaria

Siamo una generazione precaria, è inutile negarlo. E con ‘siamo’ intendo raggruppare in un unico ‘noi’ tutti i giovani, dai 20 ai 40 anni. Ci hanno inculcato così bene l’idea che il posto fisso non esista più che l’abbiamo fatta totalmente nostra. E quindi viviamo sperando di capire cosa vogliamo fare da grandi, e cercando di trovare fonti di sostentamento piacevoli, multidirezionali (perché ci hanno insegnato anche a essere multitasking e onniscienti. Devi saper far tutto…di tutto un po’, un po’ di tutto. Niente troppo bene. Tutto sufficientemente bene), dislocate nel tempo e nello spazio. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , ,