Archivio mensile:ottobre 2012

‘Hai voluto il biocarburante? E allora pedala!’

“In considerazione dell’enorme numero di persone che ogni giorno soffrono la fame,
coltivare palma da olio, soia o canna da zucchero per nutrire delle automobili è un crimine contro l’umanità”. Jean Ziegler, Special Rapporteur dell’ONU sul diritto umano al cibo, commenta in questo modo l’utilizzo di biocarburanti.

Oggi, 25 ottobre 2012, gli abitanti di Firenze, insieme con COSPE, il movimento mondiale per la sovranità alimentare, la Critical mass di Firenze e Firenze10+10, invadono le vie del centro per manifestare la propria critica al paradigma del consumo insostenibile dipinto di verde, usando il più ecologico dei mezzi, la bicicletta. Durante la pedalata si discuterà di sovranità alimentare e politiche territoriali, per dire no ai biocarburanti, con lo slogan ‘Hai voluto il biocarburante? E allora pedala!’. Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Inside out: ecco le facce

In questi giorni autunnali street art e impegno civile si uniscono per la parte conclusiva di un progetto, Inside Out, inserito nella campagna nazionale ‘L’Italia sono anch’io‘.

Campagna nata nel 2011 e promossa da 22 organizzazioni della società civile (Acli, Arci, Asgi-Associazione studi giuridici sull’immigrazione, Caritas Italiana, Centro Astalli, Cgil, Cnca-Coordinamento nazionale delle comunità d’accoglienza, Comitato 1° Marzo, Emmaus Italia, Fcei – Federazione Chiese Evangeliche In Italia, Fondazione Migrantes, Libera, Lunaria, Il Razzismo Brutta Storia, Rete G2 – Seconde Generazioni, Tavola della Pace e Coordinamento nazionale degli enti per la pace e i diritti umani, Terra del Fuoco, Ugl Sei, Legambiente, UIL, UISP, Comunità di Sant’Egidio e dall’editore Carlo Feltrinelli) e presieduta dal sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , ,

La battaglia delle donne afghane raccontata da Selay

“In Afghanistan donne e bambini vivono una condizione quotidiana di privazione dei diritti e subiscono violenza fisica e sessuale. E dopo 11 anni di intervento e occupazione internazionale, oggi noi stiamo lottando ancora per gli stessi diritti per cui combattevamo prima del 2001: giustizia, salute, diritti civili”. Riassume così la situazione attuale dell’Afghanistan la giovane Selay Ghaffar, femminista e icona del movimento democratico del Paese.

Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,